Chi siamo

La Federazione Interprovinciale Coldiretti di Vercelli e Biella è nata il 9 novembre 1945, negli uffici provvisori di Via Vallotti, dove fu stilato l’atto costitutivo davanti al Notaio Giuseppe Quaglino.

Primo Presidente fu Ettore Vallania; gli altri soci fondatori, veri e propri pionieri di un cammino che dura tutt’oggi furono Mario Bovio di Cigliano, Giacinto Ferraris di Moncrivello, Giuseppe Ferraro di Desana, Giuseppe Gallo di San Germano, Giovanni Ghisio di Stroppiano, Domenico Filona di Fontanetto Po, Francesco Maratelli di Asigliano, Luigi Molinatto di Saluggia , Pietro Ravasenga di Trino Vercellese, Giovanni Roncarolo di Cascine San Giacomo, Cesare Rossi di Villata.

Già nel 1946, pochi mesi dopo la costruzione, gli iscritti alla Federazione Provinciale della Coldiretti erano 992. Diventeranno 1.608 nel 1948, crescendo sensibilmente ogni anno, fino ad arrivare ai 14.196 del 1965, per poi stabilizzarsi in linea con il mutamento del tessuto socio-economico del Paese.

La Federazione si ispira ai principi della scuola cristiano-sociale ed è nata in contemporanea alla Confederazione Nazionale.

Fin dalla sua nascita la Coldiretti si è impegnata ad affrontare i problemi complessivi della categoria agricola sia sotto l’aspetto economico e produttivo che di natura sociale e previdenziale.
Particolare attenzione è stata posta nei confronti dello sviluppo delle più disparate forme aggregative e cooperative al fine di accrescere il potere contrattuale del mondo agricolo.
Sul versante socio-previdenziale l’impegno dell’Organizzazione ha portato alla conquista del diritto alla pensione e successivamente al suo adeguamento, alla conquista della mutua ed all’assistenza infortunistica, all’erogazione degli assegni familiari e all’indennità di maternità.

A fianco di queste importanti conquiste la Coldiretti non ha dimenticato di seguire costantemente le necessità delle famiglie diretto coltivatrici che andavano aumentando di pari passo con l’evolversi della politica agricola a livello regionale, nazionale e comunitario.
Di qui la nascita dei servizi di assistenza tecnica, economica e tributaria, supportati da una complessa ed efficiente rete informatica, capace di fornire risposte adeguate alle mutate esigenze delle imprese agricole Biellesi, Vercellesi e Valsesiane.